Pons Medical Research

7 Domande frequenti La nostra agenzia di maternità surrogata sta ricevendo

7 Domande frequenti La nostra agenzia di maternità surrogata sta ricevendo

1.Quanto tempo ci vuole per trovare una madre surrogata?

Attualmente c'è una grave carenza di madri surrogate in Georgia. La guerra in Ucraina ha aumentato la domanda di maternità surrogata e le madri surrogate disponibili non sono in grado di soddisfare la domanda. In molti casi è probabile che tu debba affrontare un periodo di attesa molto lungo. D'altra parte, noi di Pons Medical saremo in grado di abbinarti a un surrogato adatto in meno di 2 mesi perché reclutiamo i nostri surrogati in Armenia, dove c'è meno richiesta di programmi di maternità surrogata. Potrai anche fare il tuo viaggio di maternità surrogata in Armenia, con madri surrogate locali.

2. Posso scegliere la madre surrogata?

In conformità con i termini del nostro contratto, avrai la possibilità di approvare o rifiutare una particolare candidata madre surrogata. Tuttavia, se rifiuti il surrogato che ti abbiamo proposto, potresti dover affrontare inutili ritardi. Tutte le nostre candidate madri surrogate hanno superato i test medici e psicologici e sono approvate dal coordinatore medico. Sono donne eccezionalmente fertili con buona salute e precedenti gravidanze e bambini sani.

3. Quanti tentativi ci vorranno per ottenere una gravidanza?

In molti casi otteniamo la gravidanza dopo un solo tentativo. Innanzitutto è importante ricordare che un tentativo è fondamentalmente un trasferimento di embrioni, cioè il trasferimento delle blastocisti create durante la procedura di fecondazione nell'utero della futura madre. Nei nostri programmi, includiamo almeno tre trasferimenti di embrioni come parte del nostro pacchetto più popolare (Programma d'argento). Alcune altre coppie avranno successo dopo due o tre tentativi, ma nel 90% dei casi si ottiene una gravidanza in 3 tentativi o meno. Questo tasso di successo è rilevante fintanto che trasferiamo due embrioni per trasferimento, e i numeri sono ancora migliori quando eseguiamo test genetici sugli embrioni (PGT-A), che ci dice in anticipo quali embrioni sono vitali e quali no.

4. Cosa succede se la mia madre surrogata ha un aborto spontaneo?

Gli aborti spontanei non sono comuni, ma si verificano in circa 10% dei casi e quasi 100% si verificano durante le prime 12 settimane di gravidanza. Gli aborti spontanei sono emotivamente dolorosi sia per il surrogato che per i futuri genitori. Nella maggior parte dei casi, gli aborti spontanei non comportano rischi o conseguenze a lungo termine per la surrogata, tutto si risolve rapidamente e senza dolore e la surrogata può tornare al programma dopo poche settimane. Se gli aspiranti genitori hanno embrioni disponibili, ripetiamo semplicemente il trasferimento dell'embrione. Alcuni aspiranti genitori sperimentano una battuta d'arresto psicologica dopo un aborto spontaneo. Incoraggiamo questi aspiranti genitori a perseverare e ad avere fiducia nei processi della vita. Non tutte le gravidanze avranno successo. Tuttavia, in molti casi questo è un meccanismo naturale per impedire lo sviluppo di embrioni malsani.

5. Come posso essere sicuro che il mio bambino sarà sano?

Grazie al rapido sviluppo della genetica e della medicina riproduttiva, sono ora disponibili diversi metodi per aiutarci a prevenire i bambini malsani. Uno di questi metodi è il test genetico degli embrioni prima dell'impianto, noto come PGS (screening genetico preimpianto) o PGT (test genetico preimpianto). Questo test ci permette di sapere in anticipo quali embrioni sono euploidi e quali no. Gli embrioni euploidi sono quelli senza anomalie cromosomiche. Se un embrione è euploide, viene scartata un'ampia gamma di malattie e sindromi, tra cui la sindrome di Down, la sindrome di Klinefelter, la sindrome di Patau, la sindrome di Edwards, ecc.

Un altro modo per prevenire i bambini malsani si basa sull'analisi del DNA fetale libero da cellule (cffDNA) del feto in via di sviluppo. Questo tipo di test è chiamato test prenatale non invasivo (NIPT), che viene utilizzato per diagnosticare le trisomie fetali. Esempi di questi test sono: Harmony, Panorama e NIFTY. Sebbene il NIPT non rilevi una vasta gamma di malattie genetiche rispetto al PGT, è comunque utile se non hai avuto l'opportunità di eseguire il PGT subito dopo la procedura di fecondazione in vitro. Le sindromi rilevate sono la sindrome di Down (trisomia 21), la sindrome di Edwards (trisomia 18) e la sindrome di Patau (trisomia 13).

6. La madre surrogata può tenere il bambino dopo il parto?

La risposta breve è no. I regolamenti dell'Armenia e della Georgia non conferiscono alcun diritto genitoriale alla madre surrogata. Rispetto alle normative di altri paesi come l'Ucraina, dove la madre surrogata conserva il diritto di tenere il bambino, questa possibilità non esiste in Armenia e Georgia.

7. La madre surrogata o la donatrice saranno menzionate nel certificato di nascita?

Il certificato di nascita rilasciato dal registro civile di Armenia e Georgia non menziona la madre surrogata o qualsiasi donatore di sperma o ovociti utilizzato nel processo di maternità surrogata.

Condividi questo post

it_ITItaliano

Prendi un appuntamento

× Come posso aiutarla?