Pons Medical Research

Maternità surrogata in Australia

Maternità surrogata in Australia

Ci sono molti discorsi sulle parti legali, etiche e mediche della maternità surrogata. La nostra squadra sa per certo che nulla può fermare i Futuri Genitori, desiderosi di avere un figlio. Oggi vogliamo condividere con voi alcune informazioni relative alla maternità surrogata in Australia, il regolamento di legge all'interno del paese e alcuni motivi per sottoporsi al programma di maternità surrogata all'estero.

Regolamentazione legale della maternità surrogata in Australia

La regolamentazione legale della maternità surrogata in Australia varia da stato a stato. Al giorno d'oggi tutti gli stati e territori australiani (tranne il Northern Territory, dove non esiste alcuna legislazione) hanno criminalizzato la maternità surrogata commerciale nelle loro giurisdizioni. Inoltre, l'ACT, il NSW e il QLD hanno anche legiferato per rendere illegale per i residenti di tali giurisdizioni stipulare accordi di maternità surrogata commerciale all'estero con sanzioni da 100 unità a tre anni di reclusione. Ad esempio, nel NSW secondo il Surrogacy Act 2010, la pena massima per stipulare un contratto di maternità surrogata commerciale è di 2500 unità di penale, nel caso di società, o 1000 unità di penale o due anni di reclusione (o entrambi) in qualsiasi altro caso. Secondo Parentage Act 2004 in ACT, la pena massima di 100 unità di pena, la reclusione per un anno o entrambi sono sanzioni per gli accordi di maternità surrogata commerciale. Nel Queensland, la pena per la maternità surrogata commerciale è specificata nel Surrogacy Act 2010 e varia da 100 unità di pena a tre anni di reclusione.

Surrogazione commerciale

Come possiamo vedere, la legge australiana non è molto favorevole alla maternità surrogata commerciale. La ragione principale di ciò è che il governo australiano non vuole contribuire alle creazioni delle “fabbriche di bambini”, in quanto è diffusa la convinzione che la maternità surrogata commerciale sia una sorta di schiavitù economica per le donne, pressate dai loro problemi finanziari. Da un altro punto di vista, è illegale che una persona riceva un compenso per la sua capacità riproduttiva.

In realtà il quadro tracciato da forze politiche e giornalisti non è poi così nero. Certamente, ciascuno Madre surrogata, che è pronta a diventare una corriera gestazionale per una coppia infertile, sarà lieta di ricevere da loro un sostegno finanziario, in quanto contribuirà a migliorare il proprio benessere familiare, a dare una buona educazione ai propri figli o a facilitare l'acquisto della casa. Ma il motivo principale per diventare un surrogato è sempre qualcosa di più grande, che solo guadagnare soldi. Questo è, prima di tutto, un modo nobile per aiutare la coppia infertile a trovare la felicità della genitorialità.

Maternità surrogata all'estero

D'altra parte, sempre più coppie australiane richiedono servizi di maternità surrogata all'estero. I tribunali australiani generalmente non cercano di "punire" le persone che tentano di creare una famiglia assumendo un surrogato commerciale. Negli ultimi 40 anni, nessuna persona è stata giudicata penalmente responsabile in un tribunale australiano in relazione a un evento di maternità surrogata. Pertanto, la legge relativa alla pena della maternità surrogata in Australia non viene applicata.

Naturalmente, ti consigliamo di cercare una consulenza legale specializzata sulla maternità surrogata in Australia prima di partecipare a qualsiasi internazionale Programma di maternità surrogata. Tuttavia, possiamo assicurarti di avere esperienza di lavoro con coppie australiane nel campo della maternità surrogata internazionale e sappiamo che nulla è impossibile.

Presta attenzione ai dettagli

Nel caso dell'Australia, non importa quale destinazione di maternità surrogata scegli (Ucraina, Russia, Georgia, Bielorussia, Stati Uniti ecc.) E quale sarà lo stato civile della tua futura madre surrogata. Presta maggiore attenzione all'azienda con cui lavorerai, alla sua esperienza, credibilità e strutture mediche. Ti consigliamo vivamente di utilizzare il materiale genetico di almeno un Futuro Genitore con cittadinanza australiana, in quanto sarà di grande aiuto in futuro, durante l'ottenimento della cittadinanza del tuo bambino.

Di solito, alla fine del programma di maternità surrogata ricevi il Certificato di nascita del tuo bambino, dove sei scritto come genitore legale, senza alcuna menzione della maternità surrogata.

Tuttavia, non è la fine del tuo viaggio di maternità surrogata, poiché devi portare a casa il tuo bambino e senza cittadinanza e passaporto del bambino non sarà possibile farlo. Da questo momento inizia il tuo processo di Ambasciata.

Processo all'ambasciata

Un bambino nato al di fuori dell'Australia a seguito di un accordo di maternità surrogata ha diritto alla cittadinanza australiana per discendenza se, al momento della nascita, aveva un genitore cittadino australiano.

Laddove non vi sia alcun legame biologico tra un cittadino australiano che è l'aspirante genitore e il bambino nato attraverso un accordo internazionale di maternità surrogata, o laddove tale legame biologico non sia stato stabilito in modo soddisfacente, è necessario che un cittadino australiano fornisca altre prove per dimostrare che il cittadino australiano era effettivamente il genitore del bambino al momento della nascita del bambino.

Prova della relazione genitore-figlio

La prova che la relazione genitore-figlio esisteva al momento della nascita del bambino può includere, ma non è limitata a:

• un accordo formale di maternità surrogata stipulato prima del concepimento del bambino

• trasferimento legale dei diritti genitoriali nel paese in cui la maternità surrogata è stata effettuata al cittadino australiano prima o al momento della nascita del bambino

• prova che l'inclusione del cittadino australiano come genitore nel certificato di nascita è avvenuta con il previo consenso di quel genitore

• prova che il cittadino australiano è stato coinvolto nel fornire assistenza al nascituro e/o alla madre durante la gravidanza, ad esempio sostegno emotivo, domestico o finanziario e prendere accordi per il parto e l'assistenza prenatale e postnatale

• prova che il bambino è stato riconosciuto socialmente dalla nascita o prima della nascita come figlio del cittadino australiano, ad esempio, quando il bambino è stato presentato all'interno della famiglia e dei gruppi sociali del cittadino australiano come figlio del cittadino australiano.

Il certificato di cittadinanza per discendenza del bambino deve essere ottenuto presso il Department of Home Affairs del governo australiano e inviato per posta al paese in cui viene eseguita la maternità surrogata. Questo certificato dà al tuo bambino il diritto di ottenere il passaporto australiano per tornare a casa.

Passaporto di un bambino

Una volta che tutta la documentazione necessaria per il passaporto del bambino è stata raccolta, consegnata all'ambasciata e controllata, almeno un genitore dovrà partecipare a un colloquio personale presso l'ambasciata australiana per presentare la domanda di passaporto. I colloqui sono solo su appuntamento e devono essere confermati prima del loro viaggio all'Ambasciata. Successivamente, l'Ambasciata potrebbe aver bisogno di contattare nuovamente loro o altre persone nominate come parte della domanda, incluso il genitore non ospitante, il surrogato e i testimoni. La domanda completata verrà quindi elaborata a Canberra.

Alla fine, alla fine otterrai il passaporto del bambino e tornerai a casa con un nuovo membro (o forse membri) della tua famiglia! Crediamo davvero che tu non abbia paura di tutti questi problemi legali e la regola "uomo avvisato mezzo salvato" è l'opzione migliore per tutti i Futuri Genitori.

La pazienza dei nostri genitori previsti è molto importante per la nostra azienda, ecco perché forniamo loro un supporto legale completo durante il programma di maternità surrogata dal momento della loro prima chiamata fino al viaggio di ritorno. Contattaci oggi per saperne di più sulla parte medica e organizzativa di Surrogacy for Australian Couples!

Autore: Sukhanova Hanna, consulente legale di Pons Medical Group

Maternità surrogata in Australia

Condividi questo post

it_ITItaliano
× Come posso aiutarla?