Pons Medical Research

L'utero

L'utero: invecchiamento, anomalie e nuovi approfondimenti biologici

L'utero: invecchiamento, anomalie e nuovi approfondimenti biologici

L'utero è l'organo principale del sistema riproduttivo della donna. In questo articolo impareremo a conoscere l'utero, le sue dimensioni, le anomalie e i cambiamenti nel corso della vita.

Pons Medical Research è leader maternità surrogata fornitore in Ucraina.

Ti consigliamo di informare il tuo specialista della fertilità di qualsiasi sintomo di anomalia dell'utero il prima possibile per avere a salutare gravidanza. Pons Medical Research offre la gravidanza garantita nell'ambito del nostro programma di maternità surrogata garantita. Contattaci per una consulenza gratuita sul tuo infertilità problemi.

 

IL utero è un organo cavo a muscolo liscio situato nella zona pelvica di una donna. Nella forma, l'utero ricorda una pera ed è principalmente destinato a portare un uovo fecondato durante la gravidanza. Il peso dell'utero di una donna nullipara è di circa 50 g (per nullipare – da 30 a 50 g, per chi partorisce – da 80 a 100 g), la lunghezza è da 7 a 8 cm, e la larghezza maggiore è di circa 5 cm. Grazie alle pareti elastiche, l'utero può crescere fino a 32 cm di altezza e 20 cm di larghezza, sostenendo un frutto fino a 5 kg. Durante la menopausa la dimensione dell'utero diminuisce, si verifica l'atrofia del suo epitelio, i cambiamenti sclerotici nei vasi sanguigni.

L'utero si trova nella cavità della piccola pelvi tra la vescica e il retto. Normalmente è inclinato anteriormente, su entrambi i lati, è sostenuto da appositi legamenti, che non gli permettono di scendere e, allo stesso tempo, forniscono il minimo necessario di movimento. A causa di questi legamenti, l'utero è in grado di reagire ai cambiamenti negli organi vicini (ad esempio, trabocco della vescica) e di assumere una posizione ottimale per se stesso: l'utero può tornare indietro quando la vescica è piena, in avanti con un trabocco del retto, alzarsi durante la gravidanza.

L'attaccamento dei legamenti è molto complicato, ed è la sua natura il motivo per cui non è consigliabile che una donna incinta alzi le mani in alto: questa posizione delle mani porta a uno stiramento del legamento dell'utero, a la tensione dell'utero stesso e il suo spostamento. Questo, a sua volta, può causare uno spostamento non necessario del feto durante la gravidanza avanzata.

La dimensione dell'utero non è la stessa in tutte le donne, ma dipende da:

-età;
-crescita;
-peso;
-salubrità;
-il numero di bambini;
-dalla presenza nell'anamnesi di gravidanze, aborti o aborti congelati;
-malattie e operazioni postoperatorie;

Tuttavia, ci sono fotogrammi che determinano la dimensione normale di un utero sano:

-quando si esegue l'ecografia, determinare;
-dimensione longitudinale – (= lunghezza;
-dimensione trasversale – (= larghezza;
-dimensione antero-posteriore – (= spess.

La dimensione dell'utero cambia durante la vita della donna:
-con l'inizio della pubertà;
-nel periodo della gravidanza;
-e nel periodo della postmenopausa;

L'utero femminile appena nato è lungo circa quattro centimetri. Entro la fine dell'anno avverrà un'involuzione dell'organo, si ridurrà di circa due volte e sarà uguale fino ai 7 anni di età. Dall'età di sette anni fino alla fine del periodo della pubertà, aumenta gradualmente e acquisisce parametri normali.

Cosa è considerato normale?

Per una donna matura che non ha partorito, la dimensione dell'utero è normale, se la lunghezza, compresa la cervice è di 7-7,9 cm, la larghezza è compresa tra 3 e 3,9 cm, la dimensione antero-posteriore è compresa tra 2 e 4,5 cm e, infine, lo spessore dell'utero – da 2 a 4 cm. Durante il periodo di gestazione l'utero cresce naturalmente e può raggiungere i 32 cm di lunghezza e fino a 20 cm di larghezza;
Nel periodo postpartum, l'utero inizia a ridursi rapidamente e ritorna alle dimensioni precedenti.

La dimensione dell'utero aumenta a causa di varie condizioni patologiche:

-mioma uterino;
-adenomiosi.
Con un aumento delle dimensioni dell'utero, una donna può essere disturbata da tali sintomi:
-pancia nell'addome inferiore;
-incontinenza urinaria;
-violazioni del ciclo mestruale, aumento della perdita di sangue durante i giorni critici;
-aumento del peso corporeo.
Se l'ecografia rivela una diminuzione delle dimensioni dell'utero, si dice che inizi l'ipoplasia uterina. Ci sono diversi gradi:
-ipoplasia dell'utero;
-infantilismo;
-aplasia dell'utero.
A seconda della gravità dell'iperplasia uterina, sono possibili i seguenti sintomi:
-inizio tardivo delle mestruazioni;
-il ritardo della pubertà;
-riduzione della libido;
-ciclo irregolare o assenza di mestruazioni;
-problemi con l'insorgenza e la gravidanza.

L'esecuzione della terapia ormonale sostitutiva può aiutare ad aumentare le dimensioni dell'utero, il che aumenta la probabilità di una gravidanza di successo. L'unica eccezione è l'aplasia dell'utero, la gravidanza in questa situazione è possibile solo a seguito della fecondazione in vitro con il trasferimento dell'embrione alla madre surrogata.

Pons Medical Research vi augura una gravidanza sana, ricca di grandi emozioni e buona salute!

Condividi questo post

it_ITItaliano
× Come posso aiutarla?